La Squadra Mobile a seguito di attività di indagine generata dalla denuncia delle parti offese provvedeva a denunciare in stato di libertà un cittadino afghano domiciliato in una struttura della provincia pentra per i reati di molestie, minaccia, lesioni, violenza privata ed estorsione.

Il soggetto di anni 24, di indole violenta, da tempo minacciava e aggrediva i sui compagni di stanza pretendendo anche somme di danaro dai responsabili della struttura ospitante. Le parti offese esasperate presentavano denuncia presso questi uffici.

Il personale della Polizia di Stato riuscendo ad acquisire la loro fiducia consentendogli di superare quello stato di soggezione psicologica nel quale vivevano, si adoperavano per l’accertamento dei fatti narrati e provvedevano a deferire all’A.G. il cittadino afghano.